Tag Archives: appuntamento

Camerino che vai, umore che trovi!

13 Dic

Tutto comincia quando varchi le soglie di alcuni negozi durante la pausa pranzo, quelli a portata di mano e che non mettono più di tanto a rischio il tuo portafoglio.

Tutto comincia da lì.

Entri, inizi con il dare uno sguardo ai vari stand, sposti le grucce e poi ZAC! Sei in trappola!

Incappi in quell’abito che ti chiama con una vocina che pare la particella di sodio dell’acqua Lete: costo pocooo, provamiiiiii!!!!!

particella

E vabbè, proviamo!

Ti dirigi verso i camerini e già che ci sei afferri al volo un altro paio di capi, che non sta bene entrare con un solo pezzo!

In men che non si dica sei alla resa dei conti. Tu, tutta gnuda, come mamma ti partorì, davanti a lui: lo specchio di ZARA!

Dio mio, che angoscia.

Quella luce bianca sparata tutta addosso a te, come un occhio di bue nel pieno di un monologo teatrale, non lascia scampo ai difetti, micro e macro, del tuo corpo: brufoli, pori dilatati e cellulite, tutto in un colpo solo!

A quel punto, l’unica via di fuga è sperare che almeno quello spudorato fac-simile d’alta moda cada casualmente bene sul tuo corpo. Già, perchè in quei posti lì, la convenienza è un must, ma la vestibilità è un optional!

Così, mentre ti sforzi di dare il giusto peso alla faccenda, un velo di sconforto scende già sul tuo volto, che per correre ai ripari dovresti avere il tempo di schizzare da H&M e rifletterti in uno di quegli specchi annulla taglie, con i quali, nel giro di un attimo, diventi alta, magra e pure con una piega di capelli fantastica!!!

camerino

(Chi ha inventato quegli specchi, ha capito tutto della vita e soprattutto delle donne!).

Ma noi, femmine razionali e dotate di un minimo di intuito non ci facciamo infinocchiare così facilmente.

Pensiamoci bene: in quale occasione capiterebbe di mostrare in pubblico, e per di più al cospetto di un maschio, quella che noi riteniamo, in uno slancio di autostima, una fonte di ribrezzo?

Pensiamoci bene: mai.

Intanto, a qualcuna di voi è mai venuta la brillante idea di dare un appuntamento ad un ragazzo dentro al camerino di Zara? Non credo proprio! Quindi, pericolo n° 1, scampato.

Sono davvero rare, a mio avviso, le occasioni in cui il proprio corpo possa essere posto così “in luce” come in quelle malefiche stanzette larghe un metro per un metro: già quando ci saremo rifugiate nelle nostre casine, ci accorgeremo che la tragedia è ridimensionata. Perché noi in casa abbiamo specchi normali e luci normali.

Anche in estate, il periodo in cui siamo più svestite ed in piena luce, ci sentiamo decisamente più a nostro agio, che dddaiiiiiii…. lo sappiamo che abbronzate e frù frù facciamo un gran bell’effetto!

Infine: c’è in vista un appuntamento romantico? Beh, al 99% sarà di sera. Inutile ricordarvi che le luci soffuse sono d’obbligo. Si, per l’atmosfera, chiaro!

E sei poi dal soffuso si passa alle luci spente, beh, capisc’ a me… vuol dire che non c’è poi di che preoccuparsi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: